Spesso chi vuole acquistare un pavimento in legno è alla ricerca di un parquet resistente e antigraffio. Sono infatti diversi i motivi per i quali si può temere di graffiare il parquet: la caduta di oggetti pesanti, camminare con i tacchi, l’azione delle unghie di cani o gatti che vivono in casa, un mobile spostato senza troppa cautela.

Prima di tutto, occorre dire che purtroppo non esiste un parquet totalmente antigraffio, che garantisca l’assoluta assenza di segni sul legno per lungo tempo. Tuttavia, se si scelgono la giusta essenza e un trattamento idoneo a minimizzare i difetti causati da urti e graffi è possibile avere un parquet resistente a prova di animali domestici e incidenti fortuiti.

 

Parquet resistente e “antigraffio”: le essenze consigliate

Nella scelta di un parquet occorre considerare le caratteristiche delle diverse essenze legnose. Ognuna di esse, infatti, porta con sé caratteristiche tecniche che possono variare molto da essenza a essenza. Non è un caso se per realizzare parquet di qualità vengono utilizzate solo determinate specie legnose e non altre.

Per quanto riguarda la resistenza a graffi e urti, ad esempio, ci sono alcune essenze che soffrono in misura minore lo spostamento di mobili, la caduta di oggetti o lo scorrazzare dei nostri animali domestici.

Tra queste c’è senz’altro il rovere, tra le specie legnose più diffuse per la produzione di parquet. Il suo successo viene probabilmente anche da questo motivo: oltre a essere una delle essenze più belle e duttili esteticamente, è anche tra le più resistenti ai graffi. Ce lo porta a dire anche la nostra esperienza: un parquet in rovere è affidabile, resistente e dura a lungo senza incontrare grossi problemi.

Inoltre, una buona resistenza si può ottenere con un consistente spessore dello strato nobile, che deve essere di almeno 4 millimetri, come tutti i parquet di Gazzotti 18.

 

Trattamenti e finiture del parquet per una maggiore resistenza a urti e graffi

Se amate allo stesso tempo i pavimenti in legno ma anche i vostri animali domestici, la ricerca di un parquet resistente sarà il vostro primo pensiero. A minimizzare eventuali segni o graffi sul legno contribuiscono particolari finiture del pavimento.

Ad esempio, un parquet spazzolato o leggermente spazzolato è più difficile da graffiare rispetto a una superficie perfettamente liscia; inoltre su di esso i segni sono meno evidenti. Anche una finitura effettuata con vernice opaca aumenta leggermente la resistenza del legno ai graffi e aiuta a nascondere eventuali righe.

Altro escamotage che si può utilizzare per nascondere graffi e ammaccature è scegliere un parquet in legno dai toni naturali e dall’aspetto rustico.

In ogni caso, come già detto, non esistono parquet completamente antigraffio. Possiamo solo fare in modo di limitare il più possibile l’emergere di eventuali difetti, che poi veri difetti non sono: anche i segni del tempo sul legno hanno il loro fascino e raccontano la storia di quel determinato parquet e di quella casa.

parquet antigraffio adatto animali e cani

 

Parquet resistente e “antigraffio”: Gazzotti 18 propone Extraresistent

Extraresistent è una linea ormai classica di Gazzotti 18. È stata infatti lanciata per la prima volta nel 1978 e ancora oggi, attraverso le innovazioni di questi decenni, continua a essere un prodotto apprezzato dal mercato.

Grazie alle sue caratteristiche di praticità e bellezza è un pavimento ideale per tutta la famiglia e viene scelto in particolar modo da chi possiede animali domestici. Tutti i prodotti Extraresistent assicurano un’ottima resistenza al graffio superficiale e un’estetica che, anche nel tempo, valorizza le caratteristiche naturali del legno.

extraresistent resistente parquet graffi urti