Il parquet per esterno è una soluzione di grande eleganza per pavimentare terrazze, bordi piscina, passerelle, aree di accesso alle abitazioni o altri tipi di superfici all’aperto. Conosciuto anche come “decking”, il parquet per esterno sta riscontrando il crescente apprezzamento degli architetti e di chi vuole vivere con stile e praticità il proprio outdoor.

Il parquet non è dunque una soluzione rivolta esclusivamente agli ambienti interni. Oggi il pavimento in legno è diventato un’opzione capace di rendere unici e particolari anche gli esterni. Specialmente nel periodo estivo, il decking può essere un valore aggiunto per godersi ancora di più la bella stagione e per accogliere con calore gli ospiti.

 

Per ogni ambiente il suo decking

Nella scelta di un parquet per esterno, durabilità e stabilità sono fattori molto importanti. È fondamentale soprattutto individuare il tipo di decking più adatto all’ambiente a cui il pavimento è destinato.

La scelta del giusto pavimento per esterno, oltre a una preferenza estetica, dovrà dunque considerare anche le sollecitazioni che il parquet dovrà affrontare: l’intensità prevista del calpestio, l’esposizione al sole, gli agenti atmosferici quali pioggia, neve o gelate.

I balconi, generalmente poco frequentati e più protetti, potranno essere realizzati con materiali che prediligono l’estetica alla funzionalità. Su un viale o comunque in un luogo di passaggio, servirà invece una superficie molto resistente. Per il bordo piscina, i materiali scelti dovranno essere pensati per sopportare l’acqua e l’umidità.

parquet per esterno piscina

 

Parquet per esterno: quale legno si utilizza?

Quali sono le essenze legnose più adatte per il parquet da esterno?

Innanzitutto, è d’obbligo citare il Teak, tradizionalmente utilizzato per rivestire le navi. Il Teak è un legno pregiato, famoso per le sue qualità estetiche, meccaniche e fisiche. Tra le sue proprietà più rilevanti ci sono infatti l’idrorepellenza, la durevolezza e la resistenza alla salsedine e agli agenti atmosferici. La resina oleosa contenuta al suo interno, oltre a proteggerlo dall’acqua e dalle escursioni termiche, lo difende anche dagli attacchi di insetti e parassiti.

Particolarmente adatto al decking è anche l’Ipè, un legno che proviene perlopiù dal Sud America. L’Ipè ha un’elevata impermeabilità ed è uno dei legni più duri che esistano. Presenta anche sfumature di colore molto variegate, che vanno dal marrone chiaro al verde oliva, fino al rossastro. Grazie alla sua oleosità naturale, che tiene lontani batteri e muffe, il decking in Ipè può resistere per molti anni.

Inoltre, con i trattamenti moderni che vengono applicati ai listoni, un parquet per esterno diventa ancor più resistente e duraturo, adatto al contatto con l’acqua e all’esposizione alle intemperie.

 

Caratteristiche del parquet per esterno

Perché il parquet “funzioni” in maniera adeguata anche negli ambienti esterni, deve avere alcune caratteristiche peculiari.

Ad esempio, è necessario che i listoni impiegati per la pavimentazione in esterno siano realizzati in legno massello. Inoltre, visti la destinazione e l’utilizzo, i listoni per il decking hanno generalmente gli spigoli smussati. La bisellatura avrà così lo scopo di creare delle scanalature “antiscivolo”, che favoriscono l’aderenza delle scarpe o dei piedi nudi anche in condizioni di bagnato. Altra caratteristica che evita di scivolare è il fatto che i listoni per esterno sono porosi e non perfettamente lisci.

Anche per quanto riguarda le dimensioni, i listoni destinati all’esterno devono avere certe caratteristiche. La linea Freetime di Gazzotti, dedicata ai pavimenti per esterno, propone ad esempio listoni in Ipè dalla larghezza di 90 mm e dalla lunghezza di 1.500 mm. I listoni Freetime in Teak sono larghi sempre 90 mm e possono essere lunghi dai 920 mm ai 2.420 mm.

parquet per esterno gazzotti

 

La manutenzione del decking

Per far sì che il decking conservi le sue qualità estetiche nel tempo, è necessaria una minima opera di manutenzione. Almeno una volta all’anno occorre lavare il pavimento con uno spazzettone e con un detergente specifico in grado di eliminare muffe e sporcizia. Fatto questo, a pavimento asciutto, bisogna ripristinare il decking con una mano di olio su tutta la superficie.

L’olio per il parquet da esterno, come il Sundeck Oil di Gazzotti, è utile a ridare vita e protezione al legno, rendendolo luminoso e mantenendone più a lungo il colore originale.

Insomma, il parquet saprà accogliervi e sorprendervi anche in esterno. E con pochi e semplici accorgimenti di manutenzione potrete godere della sua bellezza per molto tempo. Il solito consiglio è quello di scegliere sempre prodotti di qualità come quelli Gazzotti e affidare la posa a personale qualificato.