Qual è la differenza tra un parquet flottante e un parquet incollato?                                                                     

Vediamo nel dettaglio le differenti caratteristiche di posa.

Parquet flottante

La soluzione flottante offre un’opportunità di installazione anche laddove modalità di posa differenti non risultano possibili.

Nel montaggio flottante il parquet viene appoggiato ad un piano – tipicamente un pavimento esistente – interponendo al di sotto un materassino. Il sistema flottante è consigliato per posare pavimenti in legno su un sottofondo ruvido, irregolare, che si sgretola e sfarina. Oppure nei casi in cui ci sia una caldana cementizia non adatta alla posa, che richiederebbe un trattamento preventivo.

L’appoggio è la scelta ideale anche per chi vuole preservare il pavimento sottostante, come capita, ad esempio, nei locali in affitto. La sua facilità di ripristino offre comfort e flessibilità. Optare per un pavimento flottante vuole dire avere la possibilità di rimuoverlo agevolmente, per sostituirlo con un altro di un motivo o un colore differente.

Il parquet galleggiante non prevede l’utilizzo di derivati chimici. Per questo è consigliato a chi è attento alla difesa dell’ambiente e alla salubrità della propria abitazione.

Per rispettare la logica della regola d’arte tipica di questo sistema, il materiale del sottopavimento deve essere di consistenza elevata e possedere caratteristiche che si mantengano nel tempo.

Parquet da incollare

Questo tipo di posa è la più conosciuta e permette di incollare il parquet con collanti ad alta prestazione e a basso impatto ambientale. La posa incollata deve essere eseguita su un piano solido, asciutto, pulito e regolare.

La posa del parquet da incollare è un’operazione che richiede l’utilizzo di manodopera specializzata, e anche di grande esperienza.

Con la posa incollata otteniamo un solido collegamento tra il parquet e il sottofondo. In questo modo, si riducono notevolmente i rumori legati al calpestio e altre vibrazioni acustiche.

I listoni di parquet incollati non possono muoversi: ciò permette di evitare di installare giunti di dilatazione nel nostro pavimento. Questo tipo di posa offre, inoltre, l’opportunità di levigare il parquet a distanza di anni. Scegliere un parquet da incollare significa possedere una qualità estetica e funzionale, di cui godere ogni giorno per molto tempo.

 

Come scegliere un parquet flottante o incollato

Sia il parquet flottante che quello incollato sono adatti alla posa su riscaldamento a pavimentoEntrambi sono in grado di creare l’isolamento acustico necessario.

Sensibilità, gusti personali e contesto di montaggio determinano la propensione per l’una o per l’altra modalità di installazione. La raccomandazione è comunque di usare sempre materiali che rispondano a eccellenti standard qualitativi e di affidarsi alle mani esperte di artigiani capaci di realizzare con altissima precisione qualsiasi sistema di posa.