I colori del parquet determinano l’atmosfera di un’abitazione. Scegliere quelli giusti è dunque “strategico” per la vostra casa. Già di per sé optare per un pavimento in legno significa inserire nell’ambiente un protagonista indiscusso, capace di influenzare con la sua presenza uno stile abitativo.

L’estetica complessiva della casa dipenderà dunque dal parquet prescelto, ma anche dall’interazione del pavimento con altri elementi domestici quali arredi, infissi, pareti e illuminazione. Per questo motivo, prima di scegliere il colore del parquet, occorre valutare il contesto in cui lo inserirete e il “carattere” che vorrete dare all’insieme.

 

Come scegliere i colori del parquet

Meglio un parquet chiaro oppure un parquet scuro? Sarà il vostro gusto personale a guidare la decisione. Non di meno, ci sono alcuni fattori da valutare quando si sceglie il colore di un pavimento in legno.

Pareti: in linea generale il colore del parquet deve contrastare quello delle pareti, evitando di rendere l’atmosfera troppo piatta. Questo però non significa che non ci possano essere delle eccezioni: in una camera da letto ispirata alla quiete assoluta o in uno studio pensato per la meditazione, un ambiente senza contrasti potrebbe avere un suo perché.

Serramenti e infissi: se gli infissi sono bianchi, nessun problema. Se invece presentano una tinta “legnosa”, allora dovrete optare per un parquet di colore identico oppure completamente diverso. Insomma, totale uniformità o netto contrasto. Una lieve differenza di colorazione tra infissi e parquet causerebbe una sorta di “interferenza” estetica.

Arredi: se avete mobili molto chiari, ogni tonalità di parquet si abbinerà perfettamente. In caso di arredi scuri, invece, il consiglio è quello di optare per un parquet chiaro in modo da rendere l’ambiente maggiormente fresco e luminoso. Al contrario, se scegliete sia parquet sia arredi scuri l’insieme sarà più austero e formale.

Dimensioni della stanza: i parquet dai colori chiari “ampliano” otticamente la stanza, mentre quelli scuri la “rimpiccioliscono”. Fate dunque attenzione alla metratura dei vostri ambienti e all’effetto visivo che volete ottenere.

Illuminazione: anche il modo in cui la stanza viene illuminata può influire sulla scelta del parquet. Il colore del legno cambia infatti tonalità in base alla luce, che ne influenza le sfumature e le cromie delle venature. Questa variabile è difficile da valutare prima che il parquet venga posato, quindi è meglio farsi consigliare da un esperto.

 

Colori parquet: quali tipologie cromatiche

Il parquet può essere realizzato con diversi tipi di legno, ognuno dei quali ha delle caratteristiche cromatiche specifiche. Un particolare tipo di legno ha infatti un suo colore naturale che lo contraddistingue.

Suddividendo i tipi di legno in macro-categorie di colorazione possiamo distinguere: i legni chiari (che vanno dal giallo al rosato), i legni rossi (con toni che passano dal dorato al rossiccio), i legni scuri (dal marrone dorato fino al nero) e i legni bruni (marrone scuro, tabacco e cioccolato).

Per ricreare effetti estetici particolari, inoltre, le tavole vengono sottoposte a trattamenti e finiture che oltre a mutarne le caratteristiche cromatiche ne migliorano anche le proprietà fisiche.

Vediamo quali sono i colori parquet più diffusi e per quali utilizzi sono consigliati.

 

Parquet bianco

Purezza, tranquillità, positività: è questo che comunica un parquet bianco. Molto di tendenza, trova spazio in ambienti shabby chic, minimal e total white. Essendo il legno bianco piuttosto raro in natura, per ottenerlo occorre sottoporre i listoni a trattamenti di sbiancamento.

Un parquet bianco va a nozze con le tonalità neutre e i colori pastello, sia dei mobili, sia delle pareti. Raffinato e di classe, un pavimento in legno bianco riesce anche a ingrandire otticamente gli spazi, diventando un alleato nel rendere accoglienti le stanze più anguste.

parquet chiaro

 

Parquet chiaro

Versatilità, eleganza, classicità: tra i colori del parquet quelli chiari sono i più diffusi, in quanto sono in grado di adattarsi a qualsiasi situazione.

A un parquet chiaro si abbinano bene pareti e mobili scuri o, al contrario, elementi tono su tono, per ottenere un ambiente omogeneo e rilassante. In più, il legno chiaro illumina la casa riflettendo la luce del sole in modo morbido e naturale.

Tra i parquet chiari, il più classico è il rovere naturale, che grazie alle sue venature irregolari e alle sfumature calde fa riviere appieno la naturalezza del legno.

 

Parquet scuro

Raffinatezza, intimità, prestigio: un parquet scuro evoca ambienti classici o moderni di alto livello ed esalta gli spazi di grandi dimensioni come una sala da pranzo, una camera da letto o un open space.

Il parquet scuro è perfetto da abbinare a pareti e arredi chiari, in un gioco di contrasti che mette in evidenza tutti gli elementi del contesto. Una sapiente disposizione di specchi e luci permetterà inoltre di far risaltare sfumature e caratteristiche del parquet scuro.

 

Parquet colori caldi

Comfort, accoglienza, calore: un parquet dai colori caldi rende l’ambiente rassicurante e familiare, un porto sicuro nel quale ripararsi.

I colori caldi includono i toni del marrone e nuance che passano dal giallo al rosso. Adatti alla zona giorno come a quella notte, si abbinano perfettamente a muri dai colori tenui e pastello.

Occorre però fare attenzione nell’abbinare i legni caldi agli arredi. Se questi ultimi hanno anch’essi tinte calde o troppo sgargianti, l’effetto generale sarebbe poco equilibrato e a lungo andare eccessivamente pesante.

pulire parquet cucina