Siamo abituati a vedere pareti e soffitti rivestiti di legno negli chalet, nelle baite o nei cottage. Date le straordinarie proprietà termiche del legno, questo tipo di soluzione è ovviamente piuttosto comune per le abitazioni di montagna dove si raggiungono temperature esterne molto rigide.

Negli ultimi anni però la boiserie ha sempre più successo anche nelle abitazioni di città. Il motivo di questa popolarità sta nel fatto che questo tipo di decorazione a parete riesce a conferire carattere e raffinatezza a ogni stanza della casa e permette di trasformare un muro da semplice divisorio in un elemento di continuità dei vari ambienti.

Oltre a conferire un forte accento di design, il parquet utilizzato per decorare le pareti è estremamente funzionale: posato sulle pareti o sul soffitto può infatti servire a nascondere fili o tubi e a creare un effetto visivo di allungamento anche negli spazi meno ampi.

Boiserie: lo stile unico del parquet al servizio del design

Nel momento in cui si affronta la scelta della boiserie si deve già avere un’idea più che chiara dello stile adottato per la propria casa. Soltanto avendo una visione precisa dell’aspetto che si vuole conferire alla propria abitazione si eviterà che gli ambienti risultino disarmonici, riuscendo anzi a valorizzare anche gli spazi più anonimi.

La vasta scelta di essenze, colori e lavorazioni superficiali del parquet permetterà poi di scegliere tra infinite possibilità, così da trovare la soluzione che meglio risponde allo stile scelto per i vari ambienti. Non solo antico o classico, dunque, la boiserie è in grado di abbinarsi anche agli arredi più contemporanei.

Perché scegliere la boiserie

Lo stile delle pareti è spesso trascurato quando di è impegnati nella ristrutturazione di un’abitazione, eppure un semplice rivestimento con carta da parati, piastrelle o boiserie contribuisce a dare carattere all’ambiente in maniera importante.

Tra tutte le opzioni, la boiserie rimane la scelta più pratica e d’effetto: oltre alle già citate caratteristiche termiche e acustiche, i pannelli in legno non necessitano di particolare manutenzione e sono ideali nel caso di fondo non lineare o muri non in squadra. I rivestimenti in legno, grazie alle innovative tecniche di produzione, sono inoltre incredibilmente personalizzabili; la boiserie può essere realizzata con forme realizzate ad hoc, con plance orizzontali, verticali o diagonali. Uguale possibilità di personalizzazione riguarda poi il colore del legno. Prima di decidere il tipo di rivestimento più adatto, è consigliato considerare però non solo lo stile degli arredi, ma anche il tipo di ambiente in cui si vuole intervenire: in cucina si hanno esigenze di funzionalità diverse da quelle che si possono avere ad esempio in uno studio.

Optare per un rivestimento in legno delle pareti è dunque utile a conferire carattere e unicità alla casa, a renderla più efficiente dal punto di vista energetico e acustico e a dare un tocco di classe agli ambienti.